Torneo 2019 Malnate

Peace Cup 2019 Malnate Malnate, 5 maggio 2019

Domenica 5 maggio, sul campo di calcio Nino della Bosca a Malnate, la Universal Peace Federation (UPF-Ticino) ha organizzato, in collaborazione con la ASD Malnatese Calcio, la seconda edizione della "Peace Cup", un torneo calcistico che ha riunito 8 squadre di giovani Esordienti 2006-2007

Seguendo il motto "Gioca a calcio e costruisci la pace" i giovani sportivi hanno gareggiato per aggiudicarsi il titolo di campioni del fair-play.

Le squadre partecipanti

Ceresium; Faloppiese; Malnate Bianca; Malnate Nera; Olimpia calcio; Novazzano; Ternatese; Veniano.

logo novazzano malnatese
Malnatese vincitrice della Peace Cup 2019
logo ternatese ternatese
Ternatese 1° classificata
logo faloppiese faloppiese
Faloppiese 2° classificata
logo malnatese malnate bianca
Malnate Bianca 3° classificata
logo ceresium ceresium
Ceresium 4° classificata
logo olimpia calcio olimpia calcio
Olimpia calcio
logo novazzano novazzano
Novazzano
logo veniano veniano
Veniano
logo malnatese malnate nera
Malnate Nera

Classifica:

1° Ternatese; 2° Faloppiese; 3° Malnate Bianca; 4° Ceresium; 5° Olimpia calcio; 6° Novazzano; 7° Veniano; 8° Malnate Nera.

Riconoscimenti assegnati:

Peace Cup 2019 alla società Malnatese per il coinvolgimento sia della società sportiva, sia dei genitori che hanno fatto dei laboratori di preparazione assieme ai figli, per aver partecipato a due serate con la psicologa dello sport, sia perchè hanno lavorato con i ragazzi per preparare tutta l'organizzazione del torneo.

Trofeo Premio Speciale alla società Cerbis che ha messo in campo ragazzi più piccoli, per il loro agonismo e il loro impegno.


Discorso alla Premiazione

Mauro

Grazie, cari amici sportivi, questa è la seconda edizione del torneo Peace Cup a Malnate.

Dopo le otto edizioni svolte in Svizzera, vediamo che questo torneo e l'idea che sta alla base dello stesso, comincia a piacere e ad avere successo.

Nei prossimi giorni saremo in Albania, nella provincia di Korcie. Avendo visto ciò che è stato fatto a Novazzano e qui a Malnate ci hanno chiesto un aiuto per realizzarlo anche in Albania. Siamo contenti che la Peace Cup, l'idea di un torneo che promuove la pace e che premia il fair-play e il buon tifo positivo, si sta diffondendo.

Perché abbiamo iniziato questo particolare torneo? È vero che da tempo si parla molto di fair-play e di tifo positivo, dobbiamo però ammettere che non sempre viene agito e premiato. Sia nelle piccole società ma soprattutto nelle grandi società.

Vorrei qui condividere il messaggio del fondatore della UPF, il dott. S.M. Moon che ci ricordava sempre come “il calcio sia un buon veicolo per portare vicinanza tra i popoli, senso di responsabilità e di integrazione. Il calcio è uno strumento di pace formidabile”.

Devo prendere atto che oggi il comportamento in campo di questi ragazzi che hanno partecipato, a detta di tutti gli allenatori, di tutti i dirigenti accompagnatori delle squadre e di tutti gli arbitri, è stato da premio, perché è stato un gioco corretto, sportivo e degno di valore.

Ai genitori abbiamo distribuito una spilla con la scritta Genitore = Educatore perché desideriamo che lo sport del calcio così come la famiglia possano unirsi per poter collaborare come educatori per aiutare i ragazzi ad affrontare tutte le sfide che si troveranno ad affrontare nella vita e nella società.

Siamo convinti che questo lavoro educativo deve continuare ed è per questo che vogliamo premiare tutte quelle azioni e quei gesti di valore che sono stati espressi oggi.

Voglio sottolineare il grande aiuto ed impegno da parte della ASD Malnatese Calcio che si è impegnata e prodigata affinché questa competizione potesse avere successo. Un sentito Grazie.

Ringraziamo le altre società sportive che hanno accettato di essere qui in campo oggi nonostante il vento freddo ed i nuvoloni.

È doveroso ringraziare:

I componenti del Patto Educativo di Comunità di Malnate che hanno ritenuto valido questo progetto ed hanno concesso il patrocinio affinché sia di esempio per altre associazioni sportive;

La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus che ha creduto e sostenuto attraverso un suo bando il nostro Progetto “Peace Cup: a scuola di Fair Play;

La Cooperativa Miniera di Giove che ha organizzato i quattro laboratori formativi e creativi con genitori, allenatori e ragazzi;

La Psicologa Eliana Cardone per aver aiutato i genitori nella riflessione su “il ruolo dei genitori nell’attività sportiva”

Vi invitiamo a visitare il sito della Peace Cup dove potete trovate tutte le informazioni su questa iniziativa e anche la relativa pagina Facebook dove vi consiglio di mettere il vostro like.

Grazie a tutti

Mauro Sarasso

Vice Presidente UPF-Ticino


Guarda le foto

Guarda i video