Torneo 2011

Peace Cup 2011 Novazzano, 1 maggio 2011

la Universal Peace Federation ha organizzato, in collaborazione con il Novazzano Calcio, la prima edizione della "Peace Cup", un torneo calcistico che ha riunito 12 squadre di bambini di categoria "E", i quali hanno giocato tutta la giornata seguendo il motto "Gioca a calcio e costruisci la pace".

Lo scopo del torneo è stato quello di passare una giornata all’insegna del divertimento e del rispetto di quei sani valori quali lo spirito di squadra, la non violenza e la non discriminazione. A questo proposito si sono distinti i 12 allenatori, che oltre ad insegnare ai giovani le tecniche di gioco, dal bordo del campo hanno saputo essere degli educatori e trasmettere tranquillità e comportamenti leali ai loro ragazzi.

Alla fine del torneo è stata premiata la squadra che ha saputo meglio applicare i valori del fair play e della pace. Il Presidente dell’UPF cantonale, Giuseppe Termine, durante la premiazione della "Peace Cup", ha invitato i giovani che si cimentano nello sport a mostrare le loro eccellenze non solo sul campo di gara, ma anche al di fuori dell’ambito sportivo, per diventare dei veri "Costruttori di Pace".

 

Ecco le squadre partecipanti

Balerna chiasso
Balerna femminile vincitore della Peace Cup
Melide melide
Melide 1° classificato
Ceresio ceresio
Ceresio 2° classificato
Insubria Insubria
Insubria 3° classificato
Campionese campionese
Campionese quarto classificato
LigoNova stabio 1
LigoNova
Breganzona breganzona capriasca
Breganzona
Carona carona
Carona
Ligornetto ligornetto
Ligornetto
Coldrerio coldrerio
Coldrerio
Novazzano novazzano
Novazzano
Losone losone
Losone femminile

 

il Melide, che ha vinto il torneo, l’Insubria, il Ceresio, la Campionese, il LigoNova, il Breganzona, il Carona, il Ligornetto, il Coldrerio, il Novazzano, il Balerna Femminile e il Losone Femminile.

La "Peace Cup" è stata assegnata dal Comitato UPF al Balerna Femminile, mentre Il trofeo Tifo olimpico è stato assegnato ai tifosi del Ceresio. Per il fair play dimostrato in campo, tutte le squadre e le tifoserie avrebbero meritato di vincere.

La ciliegina sulla torta è stata la presenza del celebre arbitro Massimo Busacca, che ha diretto la finale del torneo e si è prestato con ammirevole pazienza per firmare le quasi 200 magliette dei giovani giocatori. Massimo Busacca prima della consegna della "Peace Cup", e degli altri dodici trofei, ha detto ai ragazzi che nella sua carriera di arbitro ha incontrato molti grandi campioni e dietro al successo di ogni grande campione c'è impegno, sacrificio, perseveranza, volontà, sincerità, gioco di squadra, valorizzazione dell'altro.


La prossima edizione sarà disputata il prossimo maggio sempre a Novazzano.


Guarda le foto

Guarda i video